5 ottimi motivi per stampare le foto

Stampate tutto, o perderete i ricordi”: l’allarme lo ha lanciato Vinton Cerf, uno dei padri di internet e vice presidente di Google. Quando si pensa alla quantità di documenti presenti nelle nostre vite quotidiane e immagazzinati in forma digitale, come le email, i tweet e tutto il web, è chiaro che potremmo perdere una grossa fetta della nostra storia» ha aggiunto Cerf «Non vogliamo che le nostre vite digitali scompaiano. Se vogliamo preservarle dobbiamo assicurarci che gli oggetti digitali che creiamo oggi siano ancora accessibili nel futuro».
«I documenti importanti andrebbero conservati in cartaceo, se tutte le fesserie che si dicono su Twitter, su Facebook vanno al macero, quella non sarebbe una grave perdita»

I Social Network  e la fotografia

Oggi grazie al digitale e ai social network come Facebook, tutti i nostri ricordi sono a portata di click. Ogni giorno (o quasi) siamo davanti al computer o con il cellulare in mano per ritoccare, pubblicare, ammirare, condividere e commentare le nostre foto di vacanze, foto di famiglia, foto di feste di compleanno,…
Ma perché non stampare quelle immagini digitali anziché accontentarci di archiviarle nel computer e di condividerle on line?

  1. Per il piacere di toccarle e di sfogliare gli album.
  2. Per appenderle al muro e vederle ogni volta che ci passiamo davanti.
  3. Per regalarle alle persone a cui vogliamo bene.
  4. Per non perdere nessuna foto. Non vi è mai capitato di cancellare per sbaglio delle foto dal computer o dalla scheda di memoria e di perdere il così il vostro vissuto?
  5. Perché se perdete il file potete comunque acquisire la foto con lo scanner.

È arte la fotografia? Quien sabe? Chi lo sa e chi se ne importa? Mi piace! È un’illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. Il punto fondamentale è scattare la foto in modo che poi non ci sia bisogno di spiegarla con le parole.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *